pag. 13                                   Indice Guatemala

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sabato, 7 agosto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

domenica, 8 agosto

Livingstone

Giungiamo quindi in vista della meta della giornata, il mare dei Caraibi e la cittadina di Livingstone, che tra l'altro e' raggiungibile solo via mare. La cittadina e' pittosto anomala rispetto al resto del Guatemala, essendo costituita in buona parte da  popolazione Garýfuna, formata dai discendenti di quelle popolazioni africane deportate nel nuovo mondo come schiavi.

 

 

 

Saliamo sulle banchine del piccolo porto e ci inoltriamo quindi per le stradine polverose ma pittoresche del piccolo centro, costituito da molte costruzioni di legno, incontrando perlopiu' persone di colore, i Garýfuna appunto, o Caribi Neri.

 

 

 

 

 

Livingstone

Per pranzo ci fermiamo in un locale sulla via principale. Dopo una decina di minuti giunge nel locale un improvvisato gruppo musicale itinerante, costituito tra l'altro da un suonatore di una grossa conchiglia, un ragazzino che percuote il guscio vuoto di una tartaruga, e un paio di suonatori di tamburo. Per un po' ci danno un saggio di quella che e' la tipica musica e danza garýfuna, molto ritmica e sonora, un po' sgangherata ma molto pittoresca.

 

 

Continuiamo quindi la visita della cittadina giungendo in riva all'oceano da una strada diversa da quella da cui eravamo arrivati. Ci fermiamo solo un poco presso la piccola spiaggia, che comunque non e' balneabile a causa della presenza di abitazioni fin quasi in riva all'acqua;  approfittiamo comunque dell'ombra delle numerose palme per trovare un po' di refrigerio alla temperatura che al sole e' veramente torrida. 

 

 

 

Ritorniamo quindi alla nostra imbarcazione e ripercorriamo a ritroso il tragitto fatto in mattinata, terminando la giornata con un altro splendido bagno ristoratore nella nostra piscina.

 

 

 

 

Il mattino dopo riprendiamo tutte le nostre cose e lasciamo questo posto da favola, raggiungendo di nuovo Rio Dulce ed il nostro mezzo qui posteggiato con una breve traversata. Qui ci aspetta una sgradita sorpresa perche' scopriamo di aver lasciato la macchina per due giorni sotto un albero evidentemente molto frequentato dai grandi uccelli che popolano questa regione; ripartiamo comunque e presso il primo distributore attrezzato di pompa e spazzolone ridiamo al nostro mezzo di nuovo il colore originale. Per consolarci della piccola disavventura ci fermiamo presso uno dei molti chioschi che troviamo sulla strada e acquistiamo un po' della meravigliosa frutta locale.

 

 

Nostra meta di oggi e' di nuovo Citta' del Guatemala. Dopo Rio Hondo attraversiamo ancora per diverse decine di chilometri il tratto di territorio che avevamo gia' percorso quattro giorni fa, caratterizzato da un clima tropicale secco, e questa volta ci fermiamo ad ammirare la particolare flora che qui si trova e le colossali piante di cactus che spuntano numerose dalla bassa vegetazione.

 

 

 

La strada questa volta e' poco trafficata, forse anche perche' oggi e' sabato, e verso meta' pomeriggio giungiamo nella capitale dove, con l'aiuto di un taxi che fermiamo, giungiamo rapidamente nell'albergo che gia' ci aveva ospitato nove giorni fa. Ci rechiamo quindi a riconsegnare il nostro mezzo; in realta' domani ci dobbiamo recare verso il nord del Guatemala, a Flores, ed avere ancora un mezzo ci avrebbe fatto comodo, ma l'impossibilita' di consegnare un mezzo in affitto in localita' diversa da quella di presa ci ha obbligati a questo. La soluzione al problema di spostarci da qui l'abbiamo comunque trovata nel prendere in affitto, a partire da domani, un altro mezzo pero' con autista, che ci condurra' nel nord del paese e quindi in Belize, nei prossimi tre giorni. Visto che e' ancora presto, ci rechiamo quindi presso un vicino centro commerciale, dove curiosiamo per un po' e gustiamo anche un magnifico caffe' prima di fare ritorno al nostro albergo.

 

ll mattino dopo alle 7 precise troviamo ad aspettarci, puntualissimo, l'autista dell'agenzia Guatours che ci accompagnera' con il suo mezzo per i prossimi tre giorni. Si chiamo Joaquim, ed abita ad Antigua.  Partiamo quindi in direzione di Flores, nel nord del paese, e rifacciamo anzitutto  la strada in direzione di Rio Dulce, questa volta senza problemi di traffico, data anche la giornata domenicale.

 

 

           Indice Guatemala                                    avanti