pag. 15                                   Indice U.S.A.  

sabato, 16 agosto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

domenica, 17 agosto


Il mattino dopo ci rechiamo a riconsegnare il camper, in una via poco distante. A malincuore ci separiamo dal mezzo che e' stata la nostra casa per quindici giorni, e ci prendiamo come ricordo i sacchi a pelo utilizzati in questo periodo e fornitici all'inizio del viaggio a San Francisco.

Ci facciamo quindi accompagnare all'albergo che ci ospitera' per i prossimi quattro giorni, un albergo a quattro stelle molto bello, che  a noi costa veramente poco, situato nella zona chiamata la litte Tokio, caratterizzata da un'alta percentuale di giapponesi, residenti qui soprattutto per motivi di lavoro, e situata in pieno centro di Los Angeles.Los Angeles

Ci sistemiamo con comodo, e quindi ci avviamo per la citta': dobbiamo recarci a ritirare il mezzo che useremo per spostarci nei prossimi giorni.

Siamo praticamente obbligati ad avere una vettura perche' Los Angeles, oltre ad essere molto grande, e' anche poco attrezzata di mezzi pubblici, nel senso che puo' risultare molto complicato e molto dispendioso in temini di tempo spostarsi unicamente con questi mezzi.

In macchina invece non abbiamo avuto alcun problema, le ampie e numerose strade di cui dispone la citta' ci hanno permesso di trasferirirci sempre piuttosto rapidamente da un capo all'altro, con spostamenti a volte anche di decine di chilometri.

Inoltre non esiste a Los Angeles un vero e proprio metro', esistono pero' molte linee di bus veloci lungo i grandi viali della citta', e noi, su suggerimento di un passante, ne prendiamo uno per recarci negli uffici della Hertz, situati nelle vicinanze del quartiere di Beverly Hills; i passeggeri saranno per almeno il 70 per cento neri e ispanici, e questo ci immerge immediatamente nella realta' della citta'; l'autista inoltre, a cui si deve pagare il biglietto, non avendo resto da darci (i soldi dei passeggeri li infila in una stretta fessura in una cassetta metallica!), ci condona il prezzo del biglietto.

Beverly Hills

Ritiriamo la vettura e decidiamo di visitare subito il vicino quartiere di Beverly Hills, zona residenziale abitata dai piu' bei nomi delle star e dei ricconi d'America, e considerata la zona piu' ricca del paese.

Posteggiamo la macchina e ci avviamo a piedi per le curatissime strade.

 

Queste sono a volte fiancheggiate dalle altissime palme immortalate in molti film, mentre i giardinetti lussureggianti delle ville arrivano fin sulla strada, sempre senza alcuna cancellata o quasi, ma con cartelli minacciosi che ricordano ai malintenzionati la presenza di guardie armate.

Beverly Hills

Beverly Hills

 

 

 

 

 

 

Rodeo drive

Sempre in zona, percorriamo una delle strade piu' famose di Los Angeles, Rodeo Drive, dove uno accanto all'altro si trovano i negozi e le vetrine dei piu' famosi stilisti di moda del mondo.

Verso sera ci fermiamo a cena ancora nei paraggi, vista la zona direi decisamente tranquilla anche di notte.

 

 

Il mattino dopo facciamo una colazione piuttosto faticosa (l'hotel, anche se piuttosto lussuoso, e' sempre in stile giapponese, e ignora quasi completamente le nostre usanze per colazione, come cappuccini, cornetti, pane e cose simili; il pesce crudo a quest'ora e' per noi veramente poco attraente). Riprendiamo il nostro mezzo  posteggiato nel vasto parking interno dell'hotel (alla Hertz, saputa la zona del nostro albergo, cioe' in pieno downtown, il centro citta', si erano raccomandati di parcheggiare in zone sicure, senza lasciare oggetti all'interno..), e ci avviamo verso la zona di Hollywood.

Il quartiere e' situato nella zona nord-ovest di Los Angels, e una volta raggiuntolo ci incamminiamo a piedi lungo l'Hollywood boulevard, e raggiungiamo il famoso Mann's Chinese Theatre, dall'esterno in stile barocco orientale.Hollywood - Chinese Theatre

                         

 

Hollywood- Chinese Theatre

 

 

 

 

 

 

 

Proprio davanti all'ingresso inizia il  pavimento con le impronte dei divi impresse nel cemento, in tutto piu' di 150.

Hollywood - La strada delle stelle

 

 

Sull'Hollywood boulevard si dipana invece la Strada delle Stelle, un percorso a piedi che segue la strada, dedicato a molte celebrita'.


Su ogni lastra di marmo impressa una stella, con il nome in bronzo del  divo ed un simbolo che rappresenta la sua arte.

 

 

 

 

         indietro                                            Indice U.S.A.                                avanti